Nerd Rock Cafè

STAYROCK STAYNERD

Dragon Age: Inquisition

Eccola qua la nuova mastodontica opera dei mostri sacri della BioWare

Dragon Age: Inquisition

La storia dell’ attesissimo seguito di Dragon Age 2 ha inizio proprio qualche settimana dopo l’ epilogo di quest’ ultimo. Hawke ormai ha lasciato il palcoscenico; maghi e templari, finalmente, sembrano essere riusciti a deporre le armi e gli antichi pregiudizi, grazie soprattutto all’ intervento della Divina Justinia V. Tutto ad un tratto il cielo viene squarciato da una cicatrice verde, veramente incazzata, dalla quale escono bestie demoniache per tutti i gusti che se ne fottono altamente del ritrovato senso di bontà tra le due fazioni. Da questo pandemonio risulteremo essere noi gli unici superstiti… la devastazione è ovunque, ma in tutto questo miasma, ecco che uno strano potere ci avvolge, proprio quello di chiudere questi stramaledetti portali fluttuanti che ci accompagneranno per tutto il gioco. Naturalmente, ad essere l’ unico superstite e per di piu con dei poteri niente male, come potrete facilmente immaginare, ci si attira parecchi occhi addosso! Se all’ inizio la gente comune ci vedrà con malfidenza, poi finalmente il vostro personaggio verrà effettivamente riconosciuto per quello che in realtà è: l’Araldo di Andraste, il prescelto, il chosen one!
Ed è così che la vostra avventura ha inizio, accompagnati come al solito da un fido party di altri tre characters ecco che ci lanceremo nuovamente nel fantastico mondo di Thedas, un universo rivisitato decisamente dall’ ultimo Dragon Age. Subito dai primi minuti di gioco vi accorgerete di quanto l’ultimo capitolo della saga sia intriso di elementi narrativi provenienti dall intera epopea dei Dragon Age. Effettivamente non ricordo un altro gioco che riprendesse cosi tanti elementi dai sui predecessori, se non Mass Effect probabilmente…oh ma guarda un pò che coincidenza BioWare =)
Sta di fatto che la storia vi metterà veramente a dura provva se non avete giocato ai precedenti capitoli, al punto da costringervi a giocarli, o a rigiocarli, nel caso vi siate persi importanti aspetti.

Ma veniamo al gioco in se, questo sprendido RPG riesce a masterizzare al meglio le peculiarità del genere, dialoghi sempre più coinvolgenti ma soprattutto la sensazione costante di influenzare l’intero gioco ad ogni scelta è una delle peculiarità da sempre dei DA, che questa volta alza ancora l’ asticella per tutti i futuri concorrenti. Certo, c’è da dire che, alle volte, capita purtroppo di perdere il filo rosso di questo magnifico racconto, ma la cosa in assoluto che mi diverte di più ( o di meno? ) è che sono proprio la quantità di trame e sottotrame secondarie a rendere il tutto un po caotico. Come nei precedenti capitoli avremo modo grazie ai dialoghi di sviluppare i rapporti personali con i diversi personaggi del party; e…si, so che ve lo state chiedendo ma naturalmente si può “Bombare come conigli” ma solo a patto di fare le giuste scelte, alcune non saranno cosi scontate. Le quest secondarie sono infatti tantissime, in 60 ore di main quest potete immaginare quante altre ne troverete in giro! Difficilmente vi capiterà di non avere nulla da fare nelle regioni che riesplorerete, è uno di quei titoli che più giocate e piu vi rendete conto della complessita e della meravigliosita dell opera in se.

Il sistema di creazione del personaggio principale vi darà come al solito la possibilità di scegliere quale razza, quale barba, quale capelli, colore pelle ecc ecc vorrete per il vostro eroe. Interessante il sistema di acquisizione delle skills, il classico sistema ad albero che vede, proprio come nell ultimo DA, la scelta tra Guerriero, Mago e Ladro; con una buona personalizzazione all’ interno di ogni ramo. Come sapete bene Inquisition segue il trend dell’ action, proprio per questo l’ importanza delle skills si farà pesantemente sentire all’ inizio del gioco, scegliete la via nella quale vi volete più divertire, d’ altronde il combattimento è un vero e proprio lavoro di squadra. Quando volete con un semplice click potrete pausare il gioco passando alla modalità strategica, assegnando le diverse abilità ai membri del party, per poter scatenare devastanti combo capaci di far cadere il nemico molto rapidamente. Il grado sfida degli avversari risulta però sempre gradevole, a seconda dello scenario nel quale vi spostate la difficoltà la difficoltà e il livello dei mostri salirà di conseguenza obbligandovi ad impegnarvi sempre al massimo contro le varie creature dell universo di Thedas. L’unica vera pecca parlando di nemici, è il cattivo principale…dai BioWare…che fai? Cosi lineare rispetto a tutti gli altri? Potevano sicuramente impegnarsi di piu, diciamo che non vi troverete mai di fronte ad un immortale Sephiroth…ma va bene, si gusta lo stesso!

In conclusione parliamo un pochino del motore grafico, il titolo utilizza il famoso Frostbite Engine di Dice, capace di valorizzare al meglio l’intera saga di Battlefield, ma di recente utilizzato in diversi titoli della EA. Il risultato è molto appreazzabile per gli occhi, alcune scene come effetti di luce sono una vera delizia, per non parlare dell espressevità dei personaggi, ottima decisamente. Per essere però oggettivi al massimo c’è da dire che qualcosina in più sui dettagli dei vari oggetti si poteva chiedere, le texture sono un po vecchio stile, una attenzione simile avrebbe sicuramente fatto gridare alla vera e propria realizzazione di un vero e proprio titolo “Next-Gen”.

Un gioco Completo, sotto ogni aspetto per un RPG, volevate le quest secondarie? Eccole! Volevate armi devastanti? Eccole! Ma la cosa che veramente fa impazzire del titolo, devo ammettere che sono un fan, sono le interminabili 60 ore di storia principale. Ne chiedevate tante perché stanchi della durata degli ultimi “gioconi” usciti ultimamente? 60! A parte questo il gameplay rimane solidissimo, divertente, certo all inizio avrete bisogno di capire le meccaniche, con i portali e i demoni, ma dopo qualche combattimento avrete già in mano le basi solide del gioco e da lì in maniera molto semplice continuerete ad aumentare la vostra abilità nel gioco. Ok, magari si poteva inserire qualche animazione meno noiosa nei combattimenti, soprattutto nella fase corpo a corpo dove manca una schivata orfana di the witcher…ok ok, è un altra cosa, ma sta per arrivare il 3 e l’hype sale…ma effettivamente non si gioca a Dragon Age per la sua dinamica negli scontri, ma per la storyline, che non pecca affatto, anzi, è sempre più solida e concreta in quest’ultimo capitolo. Se questo titolo vincesse dei premi tra i migliori giochi per quanto riguarda il 2014 nessuno se ne stupirebbe, magistrale sotto ogni punto che un giocatore amante del genere e della serie vorrebbe.

PRO

Storyline sempre solida, l’Inquisizione è un ottimo sistema, ben congegnato
L AI del party è gestita molto bene, i personaggi usano le loro skillz al meglio durante i fight, facendo risultare il tutto molto piacevole in ogni combattimento, dai boss ai mostricciatoli più pippa del gioco
Scenari mozzafiato, ben realizzati come level design, ricchi di punti di esplorazione, la base degli amanti dei dungeon

CONTRO

Capita di incasinarsi un pochino quando si accettano tante sottoquest, perdendo dei pezzettini di storia tra le diverse sottotrame
Combattimento un po’ ripetitivo come animazioni, non è facile realizzare di più, da un titolo come questo si deve volere qualcosa di meglio
Dai cazzo…ma un Black Knight serio no? Questo che minchia è?

  • SCORE: 89/100

Cya soon Space Smugglers

Gd Baracus

Informazioni su Gd Baracus

HAIKU & BEER Tornato dal giappone con le competenze per capire i dilemmi amorosi di Sailor Moon, le fantasie erotiche di Ranma 1/2 e soprattutto le miliardi di allegorie di Naruto. Sono anni ormai che mi chiudo insieme ai miei migliori amici di fronte alle serie Tv piu disparate che i panorami delle varie HBO,CBC,NBC ecc ecc propinano ai palati americani (si, anche quelle megacagate da chiederti cosa hai fatto di male per essere li in quel momento). Ex cantante, oh, se qualcuno mi vuole in un gruppo ditemelo che tolgo "ex" almeno, appassionato di musica da sempre e super amante della chiptune, quelle fantastiche melodie composte in 8-bit. Che altro dire? tutto ciò che nella vita non è HAIKU, è sicuramente BEER, almeno per me =)

3 commenti su “Dragon Age: Inquisition

  1. Darth Zannah
    14 gennaio 2015

    Typo a parte 😉 concordo pienamente con il voto finale, se non con l’intera recensione!
    Bellissima la quantità di subquest e trame parallele, approfondite per la maggior parte in modo sensazionale (a parte qualche quest di collezionabili che è la noia, imho).

    Aggiungo solo,piccola nota negativa: i BUG. Piccoli ma tremendi, a Skyhold ogni tanto qualcuno a cui parlo smette di avere i sottotitoli, e io non posso più rispondere. L’unico modo per poter continuare una conversazione con quel PNG (che finché è la commerciante nell’angolino vicino alle stalle tutto bene, ma quando è Cassandra un po’ girano), è ricaricare prima che si presentasse il problema. Per fortuna lì salva spesso in automatico. Comunque, FASTIDIOSO.
    Altrimenti i bachi che ho trovato sono principalmente tracce audio che partono in ritardo e qualche pecca grafica, perdonabile in un mondo così vasto e completo… A parte quando il mio qunari protagonista si impiglia evidentemente la faccia nei pixel di quel pigiama da inquisitore che gli fanno indossare quando sta a Skyhold, problema di avere il PG più grosso possibile e dei vestiti pensati probabilmente per dei dalish.

    Niente, comunque, che possa rovinare una splendida esperienza di gioco!

    Liked by 2 people

    • Enys
      14 gennaio 2015

      Concordo praticamente con ogni cosa, soprattutto con quell’orrore del “pigiama da inquisitore”… e no, ti assicuro che non è nemmeno pensato per i dalish, perché l’elfa della mia seconda partita con quell’affare addosso sembra così anoressica da rasentare lo scheletrismo… :/
      Anch’io ho notato diversi bug, soprattutto nell’audio… quando parlano non leggo molto i sottotitoli, non mi servono, ma ogni tanto iniziano a parlare in klingon a causa dei bug e ringrazio che ci siano le scritte almeno! anche se non quelli che dici tu sui sottotitoli che spariscono… giuro, mai una volta in 200 ore di gioco O_O che dipenda dalla console? (xbox360 per me)
      E niente, mi sa che alla fine di questa seconda partita inizierà subito la terza, non posso non interpretare un qunari ora che posso!

      Mi piace

      • Darth Zannah
        14 gennaio 2015

        Ps4 io, magari è la console… Comunque fastidioso.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 gennaio 2015 da in Gdbaracus, videogames con tag , , , , , , , , , , , , , , .

Categorie

Seguici su Twitter

Follow Nerd Rock Cafè on WordPress.com

I nostri amici

Tech and Games blog

Articoli, curiosità, recensioni su Tecnologia, Videogiochi, Applicazioni, Film e Serie Tv

EVERPOP

Books_Comics_Movies__TV Series

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

La Nicchia

fantastico italiano

Nerdy Geeky Mommy

Nerds - They're starting to breed

Lexah'arc

Forging Reality Through Words and Images

.:alekosoul:.

Just another wanderer on the road to nowhere

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

L'amore è la distanza di dieci giorni

Il blog di Tommaso Occhiogrosso

A Place For My Head

Possiamo comprenderci l'un l'altro, ma ognuno può interpretare soltanto se stesso.

Batman Crime Solver

"Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio, che mi qualifica" ________________________________________________ "It's not who I am underneath, but what I do that defines me." ("Batman Begins")

Ambassador

Un Manga. Italiano. Online. Gratuito. Devo dire altro?

IlBrancoDeiLupi

Io sono il Lupo la fame è mia compagna la solitudine la mia sicurezza. Io giaccio di notte freddo è il mio letto il vento la mia coperta. Io sono il silenzio un'ombra nella foresta impronte lungo il fiume. La mia corsa è un lungo inseguimento di scintille di fuoco dalla pietra focaia della notte. Io sono ucciso ma mai distrutto io sono il Lupo.

Le Terre dei Sogni

Libri, pensieri, parole e canzoni

Comic Playlist

il blog dei fumetti di Andrea Rock

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: