Nerd Rock Cafè

STAYROCK STAYNERD

Mobile Monograph Gundam: Part II

image1

Prima di iniziare a descrivere ogni singola serie, è giusto comprendere il concetto di “time line”.
Come già spiegato in precedenza, “Gundam” è riuscito a sopravvivere negli anni grazie alla creazione di Universi diversi, dove le situazioni, l’epoca, i mezzi e soprattutto i personaggi sono totalmente estranei al cartone originale.
A oggi sono nove i multiversi incentrati sul brand di Gundam, che a loro volta includono una o più serie animate, lungometraggi, fumetti e (ahimè) in un caso, pure un live action che Tomino non ha voluto riconoscere ufficialmente.
Il live action purtroppo non è stata l’unica opera “bruttina”… si possono contare infatti un paio di serie che non hanno avuto molto successo, a causa di trame poco avvincenti, mobile suits a dir poco ridicoli, ma soprattutto con totale mancanza di carisma rispetto all’opera originale.

MULTIVERSI (Time Lines)

image2UNIVERSAL CENTURY
L’Universal Century è la Time Line più famosa e complessa dell’ universo basato su Gundam. E’ anche quella più vicina temporalmente all’Anno Domini: 2045. Il 2045 corrisponde infatti alla fine del calendario come noi lo conosciamo e all’inizio della costruzione della prima colonia spaziale. L’anno U.C. 79 segna l’inizio della saga di Gundam.

MOBILE SUIT GUNDAM (0079)

Anno 0079 dell’ Universal Century. L’umanità è divisa in due: a causa dell’inquinamento e della scarsità di risorse, infatti, una buona parte della pimage3opolazione mondiale si è trasferita in colonie spaziali. Una di queste colonie, dopo essersi ribattezzata “Principato di Zeon”, dichiara la sua secessione dalla “Federazione Terrestre”. Questa situazione scatena la “Guerra di un anno”, che coinvolge tutta la Terra e praticamente tutte le colonie. In questa guerra il Principato di Zeon utilizza per la prima volta i Mobile Suits contro la Federazione che, ufficialmente, ne è sprovvista. Durante un attacco a sorpresa alla colonia di Side 7, però, un commando del Principato scopre un prototipo avanzato della Federazione, l’ Rx-78 Gundam. Durante l’assalto, Amuro Ray, un giovane che si scoprirà poi essere un Newtype (un’evoluzione dell’Homo Sapiens), prenderà i comandi del Gundam e riuscirà a sconfiggere gli attaccanti, per poi in seguito unirsi alla Base Bianca, nuovo modello di corazzata spaziale della Federazione.

image4MOBILE SUIT GUNDAM: THE 8TH MS TEAM (0079)

Ambientato sulla Terra nell’ anno 0079, racconta la “Guerra di un Anno” da un punto di vista particolare. Abbandonate le atmosfere della serie originale, “The 8th MS Team” si svolge praticamente in toto nella giungla del sud est asiatico. Le atmosfere ricordano i vari film degli anni 70/80 basati sulla guerra del Vietnam. In questo frangente la Federazione è alla ricerca di una base segreta di Zeon in mezzo alla foresta dove, a quanto pare, si sta costruendo un mezzo da battaglia particolarmente potente. Ricco di scene d’ azione ben strutturate, un altro punto forte di questa serie è il rapporto sentimentale tra il protagonista, Shiro Amada e la collaudatrice di Zeon, Inah Sakhalin.

GUNDAimage5M 0080: LA GUERRA IN TASCA (0080)
Una serie strana: ambientata nell’ultimo periodo della “Guerra di un Anno”, descrive l’azione disperata da parte di un contingente di Zeon per distruggere un nuovo modello di mobile suit della Federazione sulla colonia di Side 6. Tutta la vicenda si basa sui rapporti interpersonali tra un ragazzino patito di mobile suits, Alfred Izuruha, e una recluta di Zeon in incognito, Bernard Wiseman. Tutta la serie prende un tono decisamente drammatico quando, vistisi scoperti, gli Zeonisti lanciano un attacco contro lo stabilimento dov’è stoccato il nuovo modello di Gundam. Dopo l’ eliminazione del proprio gruppo, Alfred decide di attaccare a sua volta la fabbrica, e lì si scontra con il “Gundam Alex” pilotato da una ragazza conosciuta in precedenza su Side 6 di cui si era innamorato.

image6MOBILE SUIT GUNDAM 0083: STARDUST MEMORY (0083)
Una delle migliori serie dell’Universal Century. Siamo nell’anno UC 0083: dopo la sconfitta di Zeon ad “A Baoa Qu”, un gruppo di soldati del Principato cerca vendetta. Anavel Gato, asso dell’ esercito Zeonista, tenta il colpo grosso, cercando di rubare, presso una base in Australia, i due nuovi modelli della serie Gundam. Durante l’attacco però soltanto uno dei due prototipi viene trafugato: infatti il pilota collaudatore della Federazione Kō Uraki riesce, pilotando il restante Gundam, a interrompere l’attacco e a partire all’inseguimento di Anavel. L’inseguimento porterà i protagonisti anche nello spazio dove avverrà l’epilogo di tutta la vicenda, dopo un combattimento tra Mobile Armour (mezzi molto più grossi e armati dei mobile suits).

image7MOBILE SUIT Z GUNDAM (0087)
Quattro anni dopo gli avvenimenti di “Stardust Memory”, la guerra con Zeon sembra un ricordo. La Federazione, per stanare i soldati superstiti del Principato, crea i “Titani”, un gruppo scelto che ha carta bianca per quanto riguarda i metodi da usare contro gli Zeonisti. Col tempo, i Titani sviluppano metodi sempre più brutali, non guardando in faccia nessuno e sfiorando spesso metodi terroristici. Con lo scopo di contrastarli, nasce l’“Anti-Earth Union Group”. Questa organizzazione vanta al suo interno nomi importanti, tra cui Char Aznable, nemesi di Amuro Ray durante la “Guerra di un Anno”, e in seguito lo stesso pilota del Gundam originale. Al gruppo si unisce anche Kamille Bidan, giovane Newtype che sin da subito non nasconde il suo rancore verso i Titani. Ed è proprio lui, durante quella che verrà chiamata la “Guerra di Gryps” a creare il primo modello “Gundam Type” convertibile in aeromobile: lo Zeta Gundam

image8MOBILE SUIT GUNDAM ZZ (0088)
Seguito diretto della serie Z. Dopo punte di narrazione difficili da raggiungere, questa serie abbassa il tiro, snaturando la figura del mobile suit “Gundam Type”. In seguito agli avvenimenti precedentemente raccontati, gli Zeonisti scampati all’ormai smembrato reparto dei Titani creano l’organizzazione “Neo Zeon”, con lo scopo di annientare una volta per tutte la Federazione, uscita parecchio malconcia dal precedente conflitto. L’AEUG, ancora una volta, si erge come baluardo per contrastare questo nuovo pericolo. Per occupare i buchi nell’organico causati dalle battaglie contro i Titani, l’AEUG è costretta ad assoldare giovani piloti, tra cui Judau Ashta, che erediterà i comandi dello Zeta Gundam prima e dello ZZ Gundam dopo. La particolarità di questo modello è piuttosto discutibile: altro non è infatti, che un mobile suit componibile, sulla falsa riga di mecha che nulla hanno a che fare con l’universo di Gundam.

image9CHAR’S COUNTERATTACK (0093)
I protagonisti principali: Amuro Ray, tornato alla Federazione come ufficiale del reparto speciale “Londo Bell” e il suo antico nemico: Char Aznable.
Quest’ultimo, dato per disperso alla fine di Zeta Gundam, torna alle sue origini, prendendo il comando di Neo Zeon con lo scopo di eliminare la vita sulla Terra. Per compiere questa sorta di genocidio, Char progetta di lanciare sul pianeta enormi meteoriti usati in precedenza come stazioni minerarie, cercando di riportare la temperatura terrestre a livelli simili a quelli dell’ultima era glaciale. Durante l’epilogo del piano, nel momento in cui Aznable devia verso la terra la colonia di Axis, Amuro, con l’aiuto delle forze terrestri e di diversi mobile suit di Neo Zeon, riesce a far fallire il folle progetto . Nel farlo, però, sia Amuro che Char vengono dichiarati “M.I.A” (dispersi in azione) dai rispettivi schieramenti.

image10GUNDAM UNICORN (0096)
Gundam Unicorn è, nella cronologia dell’Universal Century, una sorta di chiusura di un ciclo. Dopo gli eventi de “Il Contrattacco di Char”, con la sconfitta di Neo Zeon e la vittoria della Federazione, sembra che la pace sia finalmente arrivata. In realtà, la situazione è tutt’altro che tranquilla. Lo “Scrigno di Laplace”, oggetto misterioso che potrebbe far cambiare sia la politica terrestre che quella degli spazianoidi (abitanti delle colonie), è al centro dello scontro tra diverse fazioni: le Maniche (reduci di Zeon), la Federazione terrestre, la famiglia Vist e la Anaheim Electronics. Il tutto esplode quando Banagher Links scopre chi è il suo padre naturale, che a sua volta gli fa dono del potente Unicorn Gundam, descritto sin dall’inizio come la chiave dello “Scrigno di Laplace”.

image11GUNDAM F91 (0123)
Altro lungometraggio basato sull’Universal Century. Gundam F91 è stato un tentativo (non riuscito) di rilanciare l’UC, cambiandone situazioni politiche e personaggi principali, spostando la vicenda circa trent’anni dopo i fatti raccontati ne “Il contrattacco di Char”. Neo Zeon non esiste più e, al suo posto, una nuova organizzazione minaccia la Federazione Terrestre: la Crossbone Vanguard. Con lo scopo di ritrovare l’erede della dinastia, quest’ultima attacca la colonia di Side 4, mietendo vittime tra i civili, e sconfiggendo senza problemi l’esercito federale. In questo scenario si muovono Cecily Fairchild (l’erede, a sua insaputa, della Crossbone Vanguard) e Seabook Arno, con tutta una schiera di amici. Durante l’assalto, Cecily viene rapita e Seabook riesce a salvarsi assieme a un piccolo numero di superstiti, imbarcandosi su un incrociatore confederato, che trasporta un nuovo modello di mobile suit: il Gundam F91.G

image12VICTORY GUNDAM (0153)
Altro salto avanti nel tempo. Due nuove fazioni: l’Impero Zanscare e la “Lega Militare Terrestre”, una sorta di resistenza schierata con la Federazione Terrestre. L’impero, tramite l’utilizzo del terrore e tattiche di battaglia evolute, cerca di conquistare le colonie, per poi prendere possesso della Terra. Questi progetti verranno contrastati dalla Federazione e dalla Lega Militare. Quest’ultima utilizza giovani piloti di mobile suit, tra cui Üso Ewin, un Newtype che combatte sul fronte dell’Europa orientale. A una prima occhiata potrebbe sembrare una serie per ragazzini: in realtà, Victory Gundam nasconde la trama più cattiva e destabilizzante dell’ Universal Century.

image13G-SAVIOUR (0223)
Il primo e, grazie a Dio, unico, live action basato su Gundam.
Non dico altro…

Credetemi se vi dico che del film non c’è altro da dire…
Nella prossima puntata, parleremo degli altri multiversi di Mobile Suit Gundam, partendo dalla prima serie
post Universal Century:
“Mobile Fighters G-Gundam”, ovvero cosa succede se uniamo Street Fighters, mobile suits e tamarraggine…

image14

Informazioni su Il_Moc

Adoro i Coin Op anni '90, Warhammer 40000 (senza avere un esercito, purtroppo....), Gundam, i Transformers ( tutta la G1, Headmasters e Masterforce principalmente), Jules Verne e credo negli extraterrestri. Adoro la cucina cinese, mi piace la birra, e impazzisco per i Nirvana.

Un commento su “Mobile Monograph Gundam: Part II

  1. Lakeisha
    15 maggio 2017

    Pasadena Police still can be herd if one owns a UnneBi/dearcat Digital Police Scanners theywere design to scan the new digital setup. Uniden and GRE was prepared when the FCC had issuethe new narrow band change. One just has to buy a new model to update out of analog.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 febbraio 2015 da in anime con tag , , , , , .

Categorie

Seguici su Twitter

Follow Nerd Rock Cafè on WordPress.com

I nostri amici

Tech and Games blog

Articoli, curiosità, recensioni su Tecnologia, Videogiochi, Applicazioni, Film e Serie Tv

EVERPOP

Books_Comics_Movies__TV Series

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

La Nicchia

fantastico italiano

Nerdy Geeky Mommy

Nerds - They're starting to breed

Lexah'arc

Forging Reality Through Words and Images

.:alekosoul:.

Just another wanderer on the road to nowhere

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

L'amore è la distanza di dieci giorni

Il blog di Tommaso Occhiogrosso

A Place For My Head

Possiamo comprenderci l'un l'altro, ma ognuno può interpretare soltanto se stesso.

Batman Crime Solver

"Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio, che mi qualifica" ________________________________________________ "It's not who I am underneath, but what I do that defines me." ("Batman Begins")

Ambassador

Un Manga. Italiano. Online. Gratuito. Devo dire altro?

IlBrancoDeiLupi

Io sono il Lupo la fame è mia compagna la solitudine la mia sicurezza. Io giaccio di notte freddo è il mio letto il vento la mia coperta. Io sono il silenzio un'ombra nella foresta impronte lungo il fiume. La mia corsa è un lungo inseguimento di scintille di fuoco dalla pietra focaia della notte. Io sono ucciso ma mai distrutto io sono il Lupo.

Le Terre dei Sogni

Libri, pensieri, parole e canzoni

Comic Playlist

il blog dei fumetti di Andrea Rock

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: