Nerd Rock Cafè

STAYROCK STAYNERD

Constantine: una serie che vi piacerà dannatamente

Venerdì 13 febbraio la NBC ha trasmesso l’ultimo episodio della prima stagione di “Constantine”, la serie basata sulle avventure di John Constantine, personaggio creato dal genio di Alan Moore sulle pagine di Swamp Thing. Il telefilm si ispira al fumetto Hellblazer pubblicato dalla Vertigo, la divisione editoriale “adulta” della DC Comics, e la prima stagione si basa soprattutto sul ciclo di Jamie Delano, il fumettista britannico scelto personalmente da Moore per continuare a far vivere questo eroe.
Personalmente ho trovato questa serie molto bella e avvincente, le differenze con il fumetto non sono tantissime e da imputare più che altro all’adattamento televisivo. Così come accade per tutti i personaggi dei fumetti, la differenza maggiore è l’ambientazione: nel fumetto, John Constantine opera in Inghilterra, mentre nella serie le vicende sono state spostate negli Usa. Gli americani hanno un po’ la mania di ambientare tutto a casa loro. Fortuna e poca fantasia hanno voluto che i fatti di Newcastle, per ora solo accennati, saranno probabilmente adattati in una delle tante Newcastle presenti negli Stati Uniti.
La serie rende sicuramente maggior onore all’originale rispetto all’omonimo film del 2005: se avete visto Keanu Reeves nel ruolo di John Constantine aspettatevi un personaggio totalmente differente, meno cupo anche se altrettanto perduto, incline alla giustizia e all’eroismo ma allo stesso tempo disposto a sacrificare tutto e tutti per raggiungere il suo scopo. John è l’eroe delle scelte difficili, colui che deve dannarsi l’anima per l’eternità per fare le cose che tutti gli altri non sono eticamente disposti a compiere.
John Constantine è un mago esperto dell’occulto e un investigatore del paranormale che, cacciando demoni e mostri, tenta di opporsi alla “calata delle tenebre” (la “rising darkness” che viene ripetuta più volte come una filastrocca, ndr), che sta dilagando e cercando di portare l’inferno sulla Terra se non contrastata. John è aiutato nella sua impresa dal suo vecchio amico Chas, dalla sensitiva Zed e da un angelo di nome Manny che, con modi spesso poco amichevoli, cerca di indirizzare Constantine nella giusta direzione.
La serie è ben strutturata e nei tredici episodi vengono introdotti anche vecchi amici risalenti ai tempi di Newcastle (di cui si accenna solo all’enorme fallimento del nostro mago), gli episodi sono tendenzialmente autoconclusivi, ma, come spesso accade in questo genere di serie, in ogni episodio viene svelata una trama più lunga e intricata e alcune sottotrame minori legate ai comprimari. La serie ha un potenziale enorme sotto tutti i punti di vista e gli sviluppi possono essere innumerevoli. Parlando di paranormale e mostri ha, a mio giudizio, bisogno di una trama principale molto forte o si rischia di cadere in una copia , dal punto di vista delle tematiche sviluppate, di Supernatural. Le tematiche e il conseguente orario di trasmissione (in seconda serata) non hanno portato fortuna e il poco pubblico raccolto ha costretto l’emittente produttrice a domandarsi se valesse la pena confermare Constantine per un’altra stagione. Il passaggio in prima serata ha sicuramente smosso qualcosa e rumours dicono che la seconda stagione potrebbe essere prodotta dall’emittente Syfy sotto il nome di Hellblazer; io ci spero perché il potenziale del personaggio è davvero enorme.
Azzeccatissimo Matt Ryan nel ruolo del protagonista, l’attore britannico si cala perfettamente nella parte e il suo accento british identifica idealmente Constantine sul suolo inglese malgrado l’ambientazione a stelle e strisce. Le fanciulle che seguono la serie sospireranno ad ogni parola, cadendo letteralmente ai suoi piedi ogni volta che pronuncia “love” per vezzeggiare la rappresentante del gentil sesso che in quel momento lo accompagna.

Alcune curiosità: i fans inizialmente hanno contestato il fatto che il protagonista non fumasse come nel fumetto a causa delle restrizioni riguardo al tabacco imposte dalla NBC; è curioso notare in tal senso l’evoluzione del personaggio nei tredici episodi, si parte dal semplice giocherellare con un accendino, si passa a fugaci sigarette non accese per terminare, negli ultimi episodi, con una vera e propria dipendenza dal fumo più coerente con il fumetto.
Nell’episodio pilota compare la chiaroveggente Liv Aberdeen, figlia di un amico defunto di Constantine; quest’ultimo la salva e la convince a lavorare con lui per combattere i demoni. Purtroppo l’attrice Lucy Griffiths che la interpretava decide di lasciare il cast per divergenze creative riguardo al suo personaggio e dal secondo episodio viene sostituita da Angelica Celaya nel ruolo di Zed, nuova comprimaria del mago da quell’episodio in avanti.

constantine-cast

Informazioni su Stex

Stex nasce a cavallo tra gli anni '70 e '80,nello stesso periodo in cui escono le sigle di Jeeg Robot e Capitan Harlock o film del calibro di Flash Gordon,Interceptor e 3 Superman contro il Padrino. A 4 anni compone il suo primo romanzo ma non sapendo scrivere non vi sono copie cartacee dello stesso,a 14 un suo fumetto satirico potrebbe cambiare per sempre il mondo dei comics ma il giovane si dedica con più interesse alla scoperta della biologia umana tramite l'autoerotismo,scriverà un saggio sull'argomento che non verrà mai pubblicato con la scusa di:" Ma hai toccato i fogli con le mani?" Adoratore di Stan Lee,drogato di serie Tv, dai 20 ai 22 anni si è espresso solo tramite citazioni di film, ama la musica,sopratutto quella che sente solo lui. Possiede un drago viola immaginario di nome Ciotola e alcune personalità multiple che si esprimono in forma scritta tramite parentesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 febbraio 2015 da in Serie TV con tag , , , , , , , , , , , , .

Categorie

Seguici su Twitter

Follow Nerd Rock Cafè on WordPress.com

I nostri amici

Tech and Games blog

Articoli, curiosità, recensioni su Tecnologia, Videogiochi, Applicazioni, Film e Serie Tv

EVERPOP

Books_Comics_Movies__TV Series

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

La Nicchia

fantastico italiano

Nerdy Geeky Mommy

Nerds - They're starting to breed

Lexah'arc

Forging Reality Through Words and Images

.:alekosoul:.

Just another wanderer on the road to nowhere

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

L'amore è la distanza di dieci giorni

Il blog di Tommaso Occhiogrosso

A Place For My Head

Possiamo comprenderci l'un l'altro, ma ognuno può interpretare soltanto se stesso.

Batman Crime Solver

"Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio, che mi qualifica" ________________________________________________ "It's not who I am underneath, but what I do that defines me." ("Batman Begins")

Ambassador

Un Manga. Italiano. Online. Gratuito. Devo dire altro?

IlBrancoDeiLupi

Io sono il Lupo la fame è mia compagna la solitudine la mia sicurezza. Io giaccio di notte freddo è il mio letto il vento la mia coperta. Io sono il silenzio un'ombra nella foresta impronte lungo il fiume. La mia corsa è un lungo inseguimento di scintille di fuoco dalla pietra focaia della notte. Io sono ucciso ma mai distrutto io sono il Lupo.

Le Terre dei Sogni

Libri, pensieri, parole e canzoni

Comic Playlist

il blog dei fumetti di Andrea Rock

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: