Nerd Rock Cafè

STAYROCK STAYNERD

Fumetti di casa nostra: THE CANNIBAL FAMILY

n.0

“Voglio essere stupito. Non mi interessa ritrovare le stesse cose proposte dal mainstream realizzate in modo più “artigianale”. Sarò cinico (ma onesto): non mi interessano nemmeno l’impegno e la passione che ci stanno dietro. Voglio trovare qualcosa di diverso, che riesca a stupirmi (…)”.
Questa è la prefazione al numero 2 di CANNIBAL FAMILY scritta da Tito Faraci, che racchiude in poche righe il sentimento che guida ormai da tempo la mia ricerca incessante di novità nel panorama italiano. Una ricerca che, a essere onesti, mi ha portato ad allontanarmi sempre di più e con dispiacere, mio malgrado, dal fumetto Made in Italy, ricchissimo di opere anche interessanti, ma poco stimolanti. Almeno fino a oggi.
La storia ideata da Piccioni e Fantelli incuriosisce, rapisce e sì… stupisce.
Sarebbe però scontato limitare lo stupore al tema racchiuso nell’intera storia, che parte dal titolo; nonostante il cannibalismo sia ancora oggi un argomento tabù per quanto riguarda il fumetto e non solo, lo stupore che pervade il lettore di Cannibal Family è continuo, passa per una sceneggiatura davvero curata, da un’alternanza magistrale nei disegni, a una cura del particolare e linee confuse e “sporche” davvero stupefacente.
La serietà del progetto è chiara fin dalle copertine: stupende nel loro essere crude ed esplicite.

The Cannibal Family copertina BIANCA
Ammetto di essere di parte per quanto riguarda l’argomento, dal momento che sono un fan da tempi immemori dei capolavori di Lucio Fulci, Ruggero Deodato e tutto il filone dei -Cannibal Movies- anni ’70. Il mio lato oscuro gongola di fronte alle tavole dei sei numeri fino a oggi usciti (sei numeri più un numero 0, annunciato il settimo volume per aprile) e sempre lui, lo stupore, rinviene di fronte alle idee “snuff” che vivono all’interno delle pagine.
Il filo conduttore della storia è dato dalla vita di Alfredo Petronio, bersagliere e molto patriottico vecchio signore, e dai membri della sua famiglia. La storia alterna momenti del presente con un Alfredo ottantenne a vicende della sua vita passata, partendo dalla sua seconda nascita (come lui stesso cita), che avviene al suo primo “assaggio”.
Petronio potrebbe essere definito a ragione il DEXTER MORGAN del fumetto: quest’ultimo, nella serie TV di successo americana, placava il suo oscuro passeggero uccidendo la feccia della società, il primo aggiunge un pizzico di sale e pepe sulle vittime, che per le stesse ragioni dell’ematologo più famoso della tv reputa degne di morire.
Il fumetto viene presentato in un inconsueto formato “comics americano”, scelta a mio avviso azzeccatissima, che grazie all’impaginazione più ampia dà ulteriore risalto alle tavole in bianco e nero, lo stesso risalto che viene confermato ed elevato dalla porosa qualità della carta.

CANNIBAL FAMILY è un trionfo di citazioni: “Cannibal Holocaust”, “Boxing Helena”, “Edward Mordrake” per farne alcune.

CANNIBAL FAMILY è un fumetto innovativo che non ha paura di sorprendere e addentrarsi in tematiche scomode.
CANNIBAL FAMILY è una parola: stupore.

IL Capitano_Phat

TCF2-disegni-di-Dario-Viotti-1

Informazioni su capitano_phat

Nome: Patrick NickName: Capitan_Phat Età: imprecisata Altezza: 18 mele e poco più Peso: meno di quanto sembra Segni particolari: disegni indelebili sparsi un po’ qui ed un po’ li sul corpo Sport preferiti: football americano, basket, calcio, salto del tavolino ed atterramento sul divano, sollevamento pinta di birra Cibo preferito: birra Bevanda preferita: birra Birra preferita: birra Hobbies: lettura fumetti di ogni specie, TV series after hours , collezionista incallito Obiettivi per il 2015: Spodestare dal podio di grupie n.1 di Capitan America l’agente Coulson

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Seguici su Twitter

Follow Nerd Rock Cafè on WordPress.com

I nostri amici

Tech and Games blog

Articoli, curiosità, recensioni su Tecnologia, Videogiochi, Applicazioni, Film e Serie Tv

EVERPOP

Books_Comics_Movies__TV Series

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

La Nicchia

fantastico italiano

Nerdy Geeky Mommy

Nerds - They're starting to breed

Lexah'arc

Forging Reality Through Words and Images

.:alekosoul:.

Just another wanderer on the road to nowhere

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

L'amore è la distanza di dieci giorni

Il blog di Tommaso Occhiogrosso

A Place For My Head

Possiamo comprenderci l'un l'altro, ma ognuno può interpretare soltanto se stesso.

Batman Crime Solver

"Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio, che mi qualifica" ________________________________________________ "It's not who I am underneath, but what I do that defines me." ("Batman Begins")

Ambassador

Un Manga. Italiano. Online. Gratuito. Devo dire altro?

IlBrancoDeiLupi

Io sono il Lupo la fame è mia compagna la solitudine la mia sicurezza. Io giaccio di notte freddo è il mio letto il vento la mia coperta. Io sono il silenzio un'ombra nella foresta impronte lungo il fiume. La mia corsa è un lungo inseguimento di scintille di fuoco dalla pietra focaia della notte. Io sono ucciso ma mai distrutto io sono il Lupo.

Le Terre dei Sogni

Libri, pensieri, parole e canzoni

Comic Playlist

il blog dei fumetti di Andrea Rock

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: