Nerd Rock Cafè

STAYROCK STAYNERD

Wayward Pines un thriller senza grilli per la testa

Wayward_Pines_trailer

Questa sera in contemporanea mondiale è iniziato Wayward Pines, trasposizione della trilogia di romanzi scritta da Blake Crouch, il quale a sua volta si è ispirato ai Segreti di Twin Peaks.
La prima serie composta da 10 episodi vede Ethan Burke (Matt Dillon) nei panni di un agente federale alla ricerca di due colleghi scomparsi. In seguito ad un incidente d’auto si risveglia a Wayward Pines, Idaho, in quella che sembra una tranquilla cittadina americana. La produzione e la regia della prima puntata sono state affidate ad un genio del thriller, M. Night Shyamalan che fin dall’inizio butterà un sacco di carne sul fuoco facendo salire in noi la voglia di saperne ancora e ancora. L’ambientazione è come detto ispirata a Twin Peaks ma si possono cogliere anche riferimenti a Silent Hill e a una versione più dark e thriller di the Truman Show.
Perso nel nulla, senza la possibilità di contattare famiglia e superiori e sopratutto senza la possibilità di fuggire come farà Ethan a salvarsi?


Nel primo episodio Shyamalan lascia abilmente libero sfogo alla fantasia dello spettatore, ogni spiegazione potrebbe essere quella giusta e se un attimo prima ne siamo convinti subito dopo verremo smentiti. Wayward Pines sembra essere perfetto ma sotto a questa perfezione si nascondono oscuri segreti e mille domande: dove si trova, perché il tempo sembra scorrere diversamente a seconda delle persone, qualcuno sembra ignaro di tutto mentre altri sono sicuramente coinvolti.
Tempo fa avevamo segnalato questa serie come imperdibile e dopo il primo episodio non possiamo che confermare questa sensazione, Shyamalan rimane una certezza e sicuramente nessuno degli spettatori rimarrà deluso alla fine dei 10 episodi.
Se vi siete persi il primo episodio siete assolutamente in tempo per riportarvi in pari e seguire questa serie che si preannuncia eccezionale.
Ma sopratutto ricordatevi che a Waywards Pines non ci sono i grilli.

Informazioni su Stex

Stex nasce a cavallo tra gli anni '70 e '80,nello stesso periodo in cui escono le sigle di Jeeg Robot e Capitan Harlock o film del calibro di Flash Gordon,Interceptor e 3 Superman contro il Padrino. A 4 anni compone il suo primo romanzo ma non sapendo scrivere non vi sono copie cartacee dello stesso,a 14 un suo fumetto satirico potrebbe cambiare per sempre il mondo dei comics ma il giovane si dedica con più interesse alla scoperta della biologia umana tramite l'autoerotismo,scriverà un saggio sull'argomento che non verrà mai pubblicato con la scusa di:" Ma hai toccato i fogli con le mani?" Adoratore di Stan Lee,drogato di serie Tv, dai 20 ai 22 anni si è espresso solo tramite citazioni di film, ama la musica,sopratutto quella che sente solo lui. Possiede un drago viola immaginario di nome Ciotola e alcune personalità multiple che si esprimono in forma scritta tramite parentesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 maggio 2015 da in Serie TV con tag , , , , , , , .

Categorie

Seguici su Twitter

Follow Nerd Rock Cafè on WordPress.com

I nostri amici

Tech and Games blog

Articoli, curiosità, recensioni su Tecnologia, Videogiochi, Applicazioni, Film e Serie Tv

EVERPOP

Books_Comics_Movies__TV Series

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

La Nicchia

fantastico italiano

Nerdy Geeky Mommy

Nerds - They're starting to breed

Lexah'arc

Forging Reality Through Words and Images

.:alekosoul:.

Just another wanderer on the road to nowhere

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

L'amore è la distanza di dieci giorni

Il blog di Tommaso Occhiogrosso

A Place For My Head

Possiamo comprenderci l'un l'altro, ma ognuno può interpretare soltanto se stesso.

Batman Crime Solver

"Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio, che mi qualifica" ________________________________________________ "It's not who I am underneath, but what I do that defines me." ("Batman Begins")

Ambassador

Un Manga. Italiano. Online. Gratuito. Devo dire altro?

IlBrancoDeiLupi

Io sono il Lupo la fame è mia compagna la solitudine la mia sicurezza. Io giaccio di notte freddo è il mio letto il vento la mia coperta. Io sono il silenzio un'ombra nella foresta impronte lungo il fiume. La mia corsa è un lungo inseguimento di scintille di fuoco dalla pietra focaia della notte. Io sono ucciso ma mai distrutto io sono il Lupo.

Le Terre dei Sogni

Libri, pensieri, parole e canzoni

Comic Playlist

il blog dei fumetti di Andrea Rock

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: