Nerd Rock Cafè

STAYROCK STAYNERD

Original Sin…. era davvero originale?

original-sin2

Parliamo oggi dell’ultimo crossover targato Marvel, è passato un po’ di tempo dalla fine di Original Sin e anche se possiamo dire che è ormai cosa vecchia abbiamo aspettato per evitare inutili spoiler a chi non aveva letto la saga.
Scritta da Jason Aaron e illustrata magnificamente da Mike Deodato l’intera vicenda si sviluppa intorno all’omicidio di Uatu l’osservatore e ai segreti che custodiva gelosamente, di per sè non è sicuramente la migliore e la più imperdibile delle saghe ma getta le basi su future storie e risolve alcuni problemi di personaggi che si sono venuti a creare a causa del MCU (Marvel Cinematic Universe).
Non voglio parlare della trama nello specifico, tutti voi avrete letto la storia e c’è davvero poco da dire, mi piacerebbe però fare un piccolo riassunto insieme a voi sulle conseguenze di Original Sin sull’universo Marvel.
Innanzi tutto diciamo addio a Nicholas Joseph “Nick” Fury Sr, dopo anni al servizio della libertà e della pace.Scopriamo che l’agente segreto migliore al mondo, colui che ha combattuto i nazisti e contribuito a creare lo Shield ha ancora dei segreti da rivelare. Nick infatti è “l’uomo sul muro” la prima linea di difesa contro le minacce aliene,ancora prima dello S.W.O.R.D. Scopriamo che si è sempre diviso tra agente segreto e soldato in difesa dell’umanità e che è solo grazie a lui (e a chi lo ha preceduto) se non siamo stati invasi dagli alieni.
l’idea di per se non è male, peccato che la Terra sia stata invasa dagli alieni innumerevoli volte, Kree ,Skrull, Shi’ar sono solo alcune delle razze che hanno tentato di soggiogare il pianeta azzurro e Nick dov’era? Sempre in prima linea certo ma sempre nel ruolo di agente segreto,sempre pianificando alle spalle dei nemici e stando un passo avanti rispetto al nemico, ma sempre con lo Shields. Durante l’invasione Skrull di qualche anno fa Nick è stato l’artefice del successo degli eroi, proprio grazie alla sua rete di spionaggio fu il solo in grado di prevedere l’invasione e di preparare i pezzi che permisero il successo dei vendicatori, ma mai fu nominato l’uomo sul muro. Inoltre viene fatta piazza pulita riguardo alla sua eterna giovinezza, già di recente ci era stato detto che la formula dell’infinito che gli permetteva di non invecchiare era ormai esaurita, ma di colpo scopriamo un Nick è un anziano e che da anni erano i suoi LMD ad interagire con gli eroi. Scelta audace ma altrettanto difficile da credere. Ci vogliono raccontare che da anni il buon vecchio Nick era un vecchio e che operava solo tramite LMD, che nessuno si è mai accorto di nulla e che anche il buon vecchio Dum Dum non era altro che un robot e che la sua morte è passata inosservata a tutti quanti.


Diciamoci la verità dopo il MCU Nick Fury doveva essere di colore anche nei fumetti, prima si sono inventati il figlio segreto e dopo se ne sono usciti con quest’idea per eliminare l’originale e far contenti tutti i nuovi fans (i vecchi invece sono rimasti basiti come sempre)
Certo Nick non sparisce definitivamente di scena ma rimane con poteri simili a quelli di Uatu sulla luna nel ruolo dell’Invisibile, questa devo dire è una mossa che mi piace. Viene eliminato un personaggio amato come Uatu ma anche piuttosto inutile e legato agli anni 60/70, un personaggi che oggi difficilmente avrebbe trovato una collocazione importante. Uatu viene sostituito da Nick l’Invisibile, un personaggio che appare decisamente più oscuro e che conoscendo il buon Fury poco incline al non interferire. Vedremo come si svilupperanno le cose.
Oltre a togliere di mezzo il Fury originale e Uatu a beneficio delle nuove generazioni Original Sin ha dato via, direttamente o non a diverse trame, che si sviluppano sulle varie testate, vediamo quali sono.
Innanzi tutto Capitan America e Thor verranno cambiati drasticamente. Steve Rogers, anche lui invecchiato, finirà per prendere il vecchio ruolo di Nick allo SHIELD, sarà l’agente segreto a comando degli eroi, colui che da dietro le quinte orchestrerà le varie missioni. Affiancato da una Sharon Carter sull’orlo della menopausa (giustamente dovevano lasciare Cap e l’agente 13 insieme :-)) e dal figlio adottivo Ian nel ruolo di Nomad. Vedremo cosa gli autori hanno in serbo per noi e soprattutto se lo scudo rimarrà in pianta stabile sulle ali di Falcon o se in qualche modo il buon vecchio Rogers tornerà a portare la bandiera. Falcon è un personaggio che mi è sempre piaciuto molto ma io a questo punto avrei osato consegnando lo scudo al piccolo Ian Rogers, avremmo avuto una sorta di continuità ed essendo un Rogers ci sarebbero stati meno dubbi su un ritorno immediato di Steve.


Passando al Dio del Tuono Original Sin lo ha reso non degno, Nick gli sussurra qualcosa nell’orecchio e il biondo scandinavo perde la facoltà di sollevare il martello. Qui la vicenda è un poco più complessa, Mjolnir infatti ha la seguente frase incisa sul metallo Uru: “Chiunque impugni questo martello, se degno, possederà il potere di Thor” Thor di conseguenza cesserà di essere tale lasciando il posto a una misteriosa donna (noi sappiamo chi è e voi?) che solleverà il martello diventando la Dea del tuono. Il nostro biondone invece prenderà il nome di Odino’song (anche se in Italia non credo che verrà tenuto) e impugnando l’ascia Jarnbjorn continuerà le sue avventure solitarie in un clima decisamente più cupo e meno festoso. In attesa di impugnare nuovamente il martello (e state certi che succederà) il Dio scandinavo sarà decisamente più introspettivo, nel frattempo scopriremo come Lady Thor (chiamiamola così) gestirà la doppia identità di umana e di divinità.
Sempre per quanto riguarda Thor Original Sin è stato anche l’occasione per inserire nella continuity Angela, il personaggio di Neil Gaiman nato sulle pagine di Spaw. Angela infatti entra a far parte del pantheon norreno come la sorella perduta di Thor. Sinceramente non credo che questa sia stata la scelta giusta ma probabilmente permette di parlare del passato del personaggio senza problemi legati alla vita sulla testata della Image.


Passiamo a Spiderman, qui l’ eplosione dell’occhio di Uatu ha portato cambiamenti meno radicali, ameno per ora, vedremo nel lungo termine che impatto avrà. Il nostro arrampicamuri scopre infatti di avere una sorellastra di poteri, il ragno che aveva punto il buon Peter ha punto anche un’altra sua compagna di classe. Questa è stata però rinchiusa in un bunker per evitare l’arrivo di Morlum e dei suoi fratelli ma ora che Spidey ha liberato Silk tutti i Ragni sono in pericolo. In questo caso la trama fa acqua da tutte le parti, davvero nessuno si era mai accorto di questa ragazza con i poteri? anni rinchiusa in un bunker per impedire l’arrivo dei vampiri psichici quando ben sappiamo che Morlun aveva già sfidato il ragno.
Più che di cambiamento Original Sin è stato il punto d’inizio per un ciclo narrativo che molto probabilmente lascerà le cose come stanno, salvo forse dare una spinta alle serie minori del ragno vedi Spider-Gwen, il redivivo Spiderman 2099 (Miguel O’Hara ora nel presente) e i vari personaggi ragneschi che usciranno dal crossover Ragnoverso.


Discorso simile anche per Fantastic Four dove Ben Grimm scopre che in passato Reed era riuscito a trovare un modo per farlo tornare “umano” ma i soliti giochi infantili di Johnny Storm hanno fugato questa possibilità, ovviamente alterato decide di litigare per l’ennesima volta con i 2 amici. Nel frattempo Johnny è stato privato temporaneamente dei poteri e il litigio non fa che aumentare la frattura con i 4, il gruppo si sfalda e ancora una volta la parola Fine si staglia sulla famiglia marvelliana per eccellenza. Ancora una volta appunto, l’idea è trita e ritrita e ci è stata propinata in mille salse, tutti sappiamo che prima o poi tutti torneranno felici sotto al tetto del Baxter Building o del Four Freedom Palace. Inoltre ci si aspettava qualche torbido segreto non l’ennesima storia su come la Cosa soffra nella sua condizione. Ci sono innumerevoli pagine che narrano vicende simili portando spesso il buon Ben ad accettare la sua condizione senza troppe remore.
Passiamo ora a Hulk/Banner, questi infatti ha scoperto che in passato Tony Stark ha manomesso la bomba gamma che gli ha donato i poteri, dopo il classico scontro da super eroe i due fanno pace convenendo che l’intervento di Stark ha in verità mitigato gli effetti della bomba e impedito una strage. I 2 fanno ovviamente pace cosa che porterà poco dopo Stark ad utilizzare il virus Extremis su di un Banner lobotomizzato in seguito ad un attentato. Extremis avrà ovviamente ripercussioni notevole portando alla nascita di Doc Green un Hulk super intelligente ossessionato dal curare tutti i gamma potenziati. Da Abominio a Rulk passando per SheHulk nessuno sarà al sicuro.
Ultimo ma non meno importante Bucky Barnes alias il soldato d’inverno, dopo una parentesi spionistica di tutto rispetto e alcune comparsate nelle altre testate sembra che finalmente alla casa delle idee abbiano deciso che direzione far prendere al nostro eroe. Certo pensarci prima di risuscitarlo poteva essere un’idea ma pazienza. Nelle ultime pagine di Original Sin vediamo infatti Bucky prendere il ruolo di Nick come “uomo sul muro”, cosa succederà e se veramente gli autori vorranno proseguire in tal senso lo sapremo presto, intanto aspettiamoci avventure cosmiche anche per la storica spalla di Cap.
Concludendo Original Sin ha dato via a trame che potevano essere narrate anche senza questo punto di partenza comune anche se contribuisce a dare un’uniformità a tutti questi segreti svelati. A conti fatti la saga non ha grossi meriti ed è stata un mero strumento per eliminare definitivamente il Nick Fury originale dalla scacchiera tenendo comunque aperta la porta per un suo ritorno e sviandoci proponendoci innumerevoli cambiamenti negli status quo di tutti i personaggi coinvolti.

Informazioni su Stex

Stex nasce a cavallo tra gli anni '70 e '80,nello stesso periodo in cui escono le sigle di Jeeg Robot e Capitan Harlock o film del calibro di Flash Gordon,Interceptor e 3 Superman contro il Padrino. A 4 anni compone il suo primo romanzo ma non sapendo scrivere non vi sono copie cartacee dello stesso,a 14 un suo fumetto satirico potrebbe cambiare per sempre il mondo dei comics ma il giovane si dedica con più interesse alla scoperta della biologia umana tramite l'autoerotismo,scriverà un saggio sull'argomento che non verrà mai pubblicato con la scusa di:" Ma hai toccato i fogli con le mani?" Adoratore di Stan Lee,drogato di serie Tv, dai 20 ai 22 anni si è espresso solo tramite citazioni di film, ama la musica,sopratutto quella che sente solo lui. Possiede un drago viola immaginario di nome Ciotola e alcune personalità multiple che si esprimono in forma scritta tramite parentesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Seguici su Twitter

Follow Nerd Rock Cafè on WordPress.com

I nostri amici

Tech and Games blog

Articoli, curiosità, recensioni su Tecnologia, Videogiochi, Applicazioni, Film e Serie Tv

EVERPOP

Books_Comics_Movies__TV Series

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

La Nicchia

fantastico italiano

Nerdy Geeky Mommy

Nerds - They're starting to breed

Lexah'arc

Forging Reality Through Words and Images

.:alekosoul:.

Just another wanderer on the road to nowhere

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

L'amore è la distanza di dieci giorni

Il blog di Tommaso Occhiogrosso

A Place For My Head

Possiamo comprenderci l'un l'altro, ma ognuno può interpretare soltanto se stesso.

Batman Crime Solver

"Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio, che mi qualifica" ________________________________________________ "It's not who I am underneath, but what I do that defines me." ("Batman Begins")

Ambassador

Un Manga. Italiano. Online. Gratuito. Devo dire altro?

IlBrancoDeiLupi

Io sono il Lupo la fame è mia compagna la solitudine la mia sicurezza. Io giaccio di notte freddo è il mio letto il vento la mia coperta. Io sono il silenzio un'ombra nella foresta impronte lungo il fiume. La mia corsa è un lungo inseguimento di scintille di fuoco dalla pietra focaia della notte. Io sono ucciso ma mai distrutto io sono il Lupo.

Le Terre dei Sogni

Libri, pensieri, parole e canzoni

Comic Playlist

il blog dei fumetti di Andrea Rock

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: