Nerd Rock Cafè

STAYROCK STAYNERD

I Segreti di Heap House: per chi ha sempre creduto che gli oggetti abbiano un’anima.


Ne I Segreti di Heap House seguiamo in parallelo le storie di due giovani, un ragazzo e una ragazza, intrecciate intorno alla casa sopracitata e alla sua connessione coi “cumuli”, veri e propri cumuli di spazzatura intorno a cui gira tutto il mondo dei due protagonisti.
Clod é un Iremonger, un purosangue, un predestinato alla vita da recluso in una casa creata da migliaia di resti di altri edifici e oggetti provenienti da ogni dove radunati ed accorpati al corpo principale da generazioni e generazioni di Iremonger prima di lui, il paradiso dell’esploratore per i curiosi come lui! Ma Clod è diverso da tutti i suoi parenti, lui può infatti sentire gli oggetti parlare e scandire i propri nomi, una dote non proprio rilassante in una casa come la sua in cui, oltre alla miriade di oggetti raccolti e disseminati in tutte le stanze, ogni singolo Iremonger possiede un “oggetto natale”, un oggetto che devono portare sempre con se e che in qualche modo li definisce.

Lucy Pennant è poco più grande di Clod quando viene prelevata dall’orfanotrofio e viene condotta a Heap House per far parte della servitù, sì perché nel suo sangue scorre un po’ del retaggio Iremonger e quindi insieme a tutti i bastardi è destinata a servire i purosangue dei piani alti.

Lucy è convinta di essere stata fortunata e di essere scampata al lavoro nei cumuli che porta quasi inevitabilmente alla morte precoce, ma scopre subito che qualcosa non va nella magione e che non è tutto oro quel che luccica. La sua vita diventa presto un ricordo lontano, già perché gli Iremonger domestici per qualche strano motivo dimenticano tutto ciò che li caratterizza, compreso il proprio nome, e rimangono semplicemente “Iremonger”. La testardaggine e il coraggio della ragazza la porteranno, con l’aiuto di Clod, a scoprire l’inquietante verità dietro alla storia di Heap House e della famiglia di Clod.

Un libro che mi ha rapita, la sua stranezza e magia hanno portato la mia immaginazione a un altro livello, la frase che ho più volte mi sono detta durante la lettura era: “io di cose strane ne ho lette eh, ma questo le batte tutte”!

La scrittura non è sempre fluente, ma solo perché viene adattata al personaggio narrante e alla situazione, quindi nei momenti più concitati troveremo ripetizioni, frasi brevi e punteggiatura incalzante che ci farà immergere ancora di più nella storia e ci renderà partecipi delle sensazioni del protagonista.

Ulteriore nota a favore di questo libro é la presenza tra un capitolo e l’altro delle bellissime illustrazioni, create dall’autore stesso, che contribuiscono a trasportare il lettore nella macabra e gotica atmosfera di Heap House e dei suoi particolari personaggi.


Come scritto sulla quarta di copertina, “se fosse un film sarebbe un film di Tim Burton”, e questo non è già abbastanza?

Ps: ho scoperto solo durante la stesura di questa recensione che il libro fa parte de “La trilogia degli Iremonger”, e in questo caso sono proprio contenta di avere l’opportunità di scoprire di più sulla famiglia più bizzarra della carta stampata.

Informazioni su CC

CC (SiSi) nasce negli anni ottanta, curiosa cronica e viaggiatrice instancabile cerca costantemente nuovi stimoli e nuove passioni da coltivare. E' stata definita "colibrì sotto acido" che rende perfettamente l'idea di quanto possa essere esplosiva e gestibile come i barili Acme di Willy il Coyote. Più grande all'interno e decisamente più piccola all'esterno. Facilmente domabile con del buon cibo e della buona birra.

2 commenti su “I Segreti di Heap House: per chi ha sempre creduto che gli oggetti abbiano un’anima.

  1. Dotty
    15 maggio 2017

    Simply a smiling visitant here to share the love (:, btw great design. &#0n28;Everythi2g should be made as simple as possible, but not one bit simpler.” by Albert Einstein.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 ottobre 2015 da in libri, Recensione con tag , , , , .

Categorie

Seguici su Twitter

Follow Nerd Rock Cafè on WordPress.com

I nostri amici

Tech and Games blog

Articoli, curiosità, recensioni su Tecnologia, Videogiochi, Applicazioni, Film e Serie Tv

EVERPOP

Books_Comics_Movies__TV Series

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

La Nicchia

fantastico italiano

Nerdy Geeky Mommy

Nerds - They're starting to breed

Lexah'arc

Forging Reality Through Words and Images

.:alekosoul:.

Just another wanderer on the road to nowhere

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

L'amore è la distanza di dieci giorni

Il blog di Tommaso Occhiogrosso

A Place For My Head

Possiamo comprenderci l'un l'altro, ma ognuno può interpretare soltanto se stesso.

Batman Crime Solver

"Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio, che mi qualifica" ________________________________________________ "It's not who I am underneath, but what I do that defines me." ("Batman Begins")

Ambassador

Un Manga. Italiano. Online. Gratuito. Devo dire altro?

IlBrancoDeiLupi

Io sono il Lupo la fame è mia compagna la solitudine la mia sicurezza. Io giaccio di notte freddo è il mio letto il vento la mia coperta. Io sono il silenzio un'ombra nella foresta impronte lungo il fiume. La mia corsa è un lungo inseguimento di scintille di fuoco dalla pietra focaia della notte. Io sono ucciso ma mai distrutto io sono il Lupo.

Le Terre dei Sogni

Libri, pensieri, parole e canzoni

Comic Playlist

il blog dei fumetti di Andrea Rock

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: