Nerd Rock Cafè

STAYROCK STAYNERD

Questo mi… Manga!! : OHANA HOLOHOLO-“Ohana” significa famiglia.

OhanaHoloholo4

Non ho mai nascosto che l’aspetto che apprezzo forse maggiormente dei manga è quello di non essere semplicemente delle storie fantastiche adatte esclusivamente ai ragazzini, pensiero a volte comune che purtroppo ancora oggi in molti paesi tra i quali l’Italia è molto diffuso, ma che al contrario rappresentano in toto la cultura del paese del Sol Levante e come tali appartengono a tutte le fasce d’età e ad ogni sesso senza distinzione.

L’Italia non è solamente arretrata come filosofie di pensiero sui fumetti, e la cronaca politica degli ultimi giorni ha portato alla ribalta discussioni molto più serie in ambito delle “ARCI discusse” coppie di fatto e stepchild adoption, o detta in modo molto più semplice del diritto di amare di tutti, o forse solo di alcuni.
Continuando il parallelismo Italia e Giappone, e limitandolo per quanto possibile alla nostra passione, è molto curioso come da noi si faccia quasi fatica a parlarne e soprattutto, come lo si faccia sempre con toni seriosi a sfumature medioevali non ricordandoci che i nostri antenati dell’antica Roma erano consueti avere una “vita sociale” molto allegra e varia, come allegre e varie erano le preferenze sessuali degli uomini e donne del tempo.
In Giappone, patria della pudicizia (apparente!!) e del rigore assoluto invece, la normalità e consuetudine è trovare nei negozi specializzati e manga shop interi scaffali con avventure di essere adrogini e storie a tematica omosessuale dove la fanno da padrone gli YAOI, un particolare genere di manga solitamente scritto da ragazze per le ragazze dove statuari ragazzetti rigorosamente maschi se la spassano tra loro con un classico rapporto di “dominanza” tra quello più maschio e virile e quello più fragile e servile (uno spasso… anche se personalmente li trovo un pelino ripetitivi, e adolescenziali).
Non a caso mi sono dilungato nelle prime righe ad elogiare i manga come parte integrante della cultura nipponica e come il tentativo degli stessi nel descrivere la società che cambia, dal momento che sono sempre maggiori le pubblicazioni che stanno guadando oltre le semplici relazioni tra ragazzine/i infatuate/i del/la ragazza/o più bella/o della scuola e senza sminuire relegati in ambienti “classici” come la scuola.

OhanaHoloholo2
Il manga di questa settimana racconta altro, e cerca di descrivere la quotidianità di due ADULTI, due donne consapevoli delle loro preferenze sessuali, che si amano e cercano di crescere un figlio in questa situazione di “stranissima (per gli altri) normalità”.
La storia è semplice e ben scritta: Maya è una traduttrice che convive con la strana Michiru e suo figlio Yuta. Le due erano una coppia prima che Michiru sparisse nel nulla cinque anni prima dell’inizio della storia. Quando le due donne si incontrano, Michiru è una madre single e Maya decide di tornare a vivere con lei, forse proprio per la presenza del piccolo Yuta, ma questa volta le condizioni di Maya sono molto chiare “Vivremo insieme, ma solo come coinquiline”. Assieme alle due donne ed al bambino c’è un altro protagonista di nome Nico, un vicino di casa che ha uno strano attaccamento al bambino, e leggendo la storia….. Non vi svelo altro!
La bellezza del manga sta proprio nel dare per scontato l’amore delle due donne e soffermarsi su altri aspetti della loro vita come le loro paure ed insicurezze personali, le loro personalità tormentate da tantissimi dubbi (ma non dal fatto se sia giusto o sbagliato amare qualcuno del tuo stesso sesso!), dalle difficoltà quotidiane nella gestione della casa e del bambino e da quelle mille problematiche di coppia che tutti noi abbiamo provato e proviamo tutti i giorni.
Se le due protagoniste si fossero chiamate Godai e Kyoko (o Renzo e Lucia) probabilmente vi starei consigliando di leggere una simpatica commedia sentimentale, come tante altre.
Non vorrei perdermi con demagogia spicciola e addentrarmi in inutili sproloqui sul mio pensiero rispetto all’argomento (anche se forse il mio parere si è un po’ capito!), mi limito solamente a consigliarvi quest’opera perché parla di amore in modo adulto, attuale e senza mettere in dubbio il modello di famiglia classica a cui siamo tanto abituati e che per alcuni debba essere l’unico e solo modello possibile.

s_past_5110
Pollice su per il Capitano.

Un manga sicuramente profondo e ricco di spunti attuali, sceneggiato in maniera molto semplice, ma efficace. Consigliato A TUTTI, conservatori compresi !
Pollice giù per il Capitano.

L’Autrice , Shino Torino anche conosciuta come Haretan, è stata assistente di Chica Umino molto famosa per opere come “Honey & Clover” ed “un marzo da Leoni”, ed a mio avviso il tratto del manga è ancora troppo simile a quello della sua “maestra” (che non apprezzo particolarmente!) ed a tratti davvero molto elementare. La struttura delle griglie inoltre, è quella comune al genere shojo classico, molto confusionaria e poco regolare che potrebbe risultare poco funzionale alla lettura; un peccato ! (con un disegno all’altezza ed una struttura diversa, la lettura sarebbe stata molto più scorrevole e coinvolgente )
Il Capitano_Phat
Scheda tecnica

Titolo originale :
Autore: Shino Torino
Disegni: Shino Torino
Editore: Shodensha
Anno pubblicazione: 2008
Tankobon: 6
Editore Italiano : Renbooks (in corso)
Target: Josei
Genere: Drammatico sentimentale, Psicologico, Slice of life

Ohana_Holoholo_V01_C02_009

Informazioni su capitano_phat

Nome: Patrick NickName: Capitan_Phat Età: imprecisata Altezza: 18 mele e poco più Peso: meno di quanto sembra Segni particolari: disegni indelebili sparsi un po’ qui ed un po’ li sul corpo Sport preferiti: football americano, basket, calcio, salto del tavolino ed atterramento sul divano, sollevamento pinta di birra Cibo preferito: birra Bevanda preferita: birra Birra preferita: birra Hobbies: lettura fumetti di ogni specie, TV series after hours , collezionista incallito Obiettivi per il 2015: Spodestare dal podio di grupie n.1 di Capitan America l’agente Coulson

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Seguici su Twitter

Follow Nerd Rock Cafè on WordPress.com

I nostri amici

Tech and Games blog

Articoli, curiosità, recensioni su Tecnologia, Videogiochi, Applicazioni, Film e Serie Tv

EVERPOP

Books_Comics_Movies__TV Series

Capitan Daddy

Daddy & SuperHero

La Nicchia

fantastico italiano

Nerdy Geeky Mommy

Nerds - They're starting to breed

Lexah'arc

Forging Reality Through Words and Images

.:alekosoul:.

Just another wanderer on the road to nowhere

UnTipoQualunque

Cose che mi piacciono trattate con semplicità.

L'amore è la distanza di dieci giorni

Il blog di Tommaso Occhiogrosso

A Place For My Head

Possiamo comprenderci l'un l'altro, ma ognuno può interpretare soltanto se stesso.

Batman Crime Solver

"Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio, che mi qualifica" ________________________________________________ "It's not who I am underneath, but what I do that defines me." ("Batman Begins")

Ambassador

Un Manga. Italiano. Online. Gratuito. Devo dire altro?

IlBrancoDeiLupi

Io sono il Lupo la fame è mia compagna la solitudine la mia sicurezza. Io giaccio di notte freddo è il mio letto il vento la mia coperta. Io sono il silenzio un'ombra nella foresta impronte lungo il fiume. La mia corsa è un lungo inseguimento di scintille di fuoco dalla pietra focaia della notte. Io sono ucciso ma mai distrutto io sono il Lupo.

Le Terre dei Sogni

Libri, pensieri, parole e canzoni

Comic Playlist

il blog dei fumetti di Andrea Rock

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: